La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

termine per il conseguimento del titolo (nuovo ordinamento)

Art. 33 - Termine di conseguimento del titolo di studio (per studenti di ordinamento DDMM 509/99 e 270/04)

1.  Tempo previsto per conseguire il titolo. Gli studenti di ordinamento DM 270/04 o DM 509/99 fuori corso, iscritti a tempo pieno, devono superare le prove mancanti al completamento della propria carriera universitaria entro un termine pari al doppio della durata normale del Corso di studio, se non altrimenti stabilito dai regolamenti didattici di Facoltà. Esempio: uno studente iscritto ad un Corso di laurea deve superare le prove previste dal suo corso entro 3 anni (durata normale del Corso) + 6 (il doppio della durata normale), quindi entro 9 anni complessivi.
Per calcolare il termine fissato per il conseguimento del titolo di studio non si tiene conto degli eventuali anni di interruzione della carriera, concessa ai sensi del successivo art. 45.

2.  Per chi è iscritto al tempo parziale. Gli studenti di ordinamento DM 270/04 o DM 509/99 fuori corso iscritti al tempo parziale devono superare le prove mancanti al completamento della propria carriera universitaria entro un termine pari alla durata concordata del proprio percorso formativo. Esempio: se la durata concordata è di 4 anni, le prove vanno completate entro 4 anni (durata concordata) + 4 (termine pari alla durata concordata) quindi entro 8 anni complessivi.

3.  I termini fissati per il conseguimento del titolo di studio si interrompono:
a. in caso di passaggio ad altro corso di laurea
b. se gli studenti sono in difetto del solo esame di laurea. In questo caso non è tuttavia possibile presentare domanda di passaggio al tempo parziale di cui all’art.24.

4.  Importi maggiorati e verifica del percorso formativo. Gli studenti di ordinamento DM 509/99 e DM 270/04 iscritti alla Sapienza che hanno terminato il tempo previsto per conseguire il titolo continueranno a pagare le tasse con l’importo maggiorato del 50%. In base alle previsioni del Regolamento didattico di Ateneo, in caso di mancato rispetto dei termini, i crediti acquisiti potranno essere ritenuti non più adeguati alla qualificazione richiesta dal Corso di studi frequentato. Lo studente pertanto, è tenuto a richiedere alle strutture didattiche la verifica del proprio percorso formativo. Il Consiglio didattico provvede, dopo le opportune verifiche, a determinare eventuali nuovi obblighi formativi per il conseguimento del titolo.

5.  Studenti fuori corso provenienti da altri atenei. Gli studenti fuori corso provenienti da altri atenei, che hanno superato il limite fissato dall’università di provenienza per il conseguimento del titolo di studio, possono presentare domanda di immatricolazione presso la Sapienza esclusivamente ai Corsi di laurea di ordinamento ex DM 270/04, sempre che la Facoltà ritenga compatibile il percorso formativo seguito. A tale scopo gli studenti devono allegare anche una autocertificazione del titolo posseduto completo di indicazione degli esami, dei relativi settori scientifico disciplinari (Ssd) e crediti. La Segreteria amministrativa studenti provvederà a richiedere all’Ateneo di provenienza la conferma dei dati dichiarati.

La domanda in carta semplice può essere presentata:

  • presso lo sportello della propria segreteria amministrativa studenti negli orari di apertura al pubblico;
  • dal proprio indirizzo di posta elettronica certificata all’indirizzo pec Sapienza protocollosapienza@cert.uniroma1.it ;
  • dal proprio indirizzo di posta elettronica all’indirizzo mail della segreteria amministrativa studenti, allegando copia del proprio documento di identità.

6.  Versamenti. Lo studente proveniente da altra Università o Facoltà per immatricolarsi dovrà attenersi alle modalità di accesso previste per il corso prescelto e versare, entro i termini di immatricolazione previsti per ciascun Corso di studio:

a. un diritto fisso di €2.255,00 (gli studenti con invalidità pari o superiore al 66% o in possesso del certificato di handicap ai sensi dell’art. 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 pagheranno un diritto fisso di €30 per ciascun anno);
b. la prima rata delle tasse di iscrizione per l’anno accademico in corso;
c. la tassa regionale per il diritto allo studio per l’anno accademico in corso;
Il pagamento avverrà mediante il bollettino rilasciato presso la Segreteria amministrativa studenti. Lo studente dovrà recarsi in Segreteria munito di numero di matricola ottenuto mediante registrazione al sistema informativo Infostud (www.infostud.uniroma1.it).

7.  Ambito di applicazione. Le previsioni del presente articolo non si applicano agli studenti iscritti alle Scuole di Specializzazione, ai Master di I e II livello, ai Dottorati di ricerca, per i quali valgono le previsioni normative dei relativi regolamenti.