La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Congelamento degli studi

Art. 47 - Congelamento della carriera, prosecuzione degli studi all’estero

1.   Chi può congelare la carriera. Gli studenti immatricolati o iscritti ad un Corso di studio (esclusi gli iscritti al tempo parziale, gli iscritti a Scuole di Specializzazione e gli iscritti a Master di I o II livello) purché in regola con le tasse e non iscritti fuori corso, possono chiedere di “congelare” la propria carriera ed iscriversi ad un Corso di studio di diverso livello e di diversa classe, purché abbiano i requisiti necessari per accedervi. Si segnala che ai sensi del DM 28 settembre 2011 emanato dal Miur, è consentita la contemporanea iscrizione fra corsi di laurea di I e II livello e istituti superiori di studi musicali e coreutici (cfr. art. 9 del presente Manifesto).
Gli studenti di corsi di laurea a ciclo unico non possono richiedere il congelamento per immatricolarsi a corsi di laurea triennale e viceversa, in quanto il titolo di ingresso è il medesimo. Tali studenti, se lo desiderano, possono presentare domanda di passaggio di corso.

2.   Presentazione della domanda. La domanda, in bollo, va presentata tra il 12 luglio e il 21 ottobre 2016 o comunque entro la scadenza prevista per l’immatricolazione all’altro corso.
La domanda può essere presentata:

  • presso lo sportello della propria segreteria amministrativa studenti negli orari di apertura al pubblico;
  • a mezzo raccomandata postale con ricevuta di ritorno indirizzata all’Università di Roma “La Sapienza” Area Servizi agli Studenti – Settore Segreteria studenti di (Inserire il nome della facoltà di afferenza o della segreteria se interfacoltà) – Piazzale Aldo Moro, 5 – 00185 Roma, allegando copia di un proprio documento di identità valido.

3.   Esami. Lo studente che ottiene il congelamento della carriera non può sostenere esami relativi al corso sospeso, per tutta la durata del congelamento, pena l’annullamento degli stessi. La norma vale anche se si tratta di esami relativi ad anni precedenti alla richiesta di congelamento. All’atto della riattivazione non è ammessa, in nessun caso, la valutazione degli studi seguiti e degli esami effettuati, sia in Italia che all’estero.

4.   Durata del congelamento. La durata del congelamento è pari al tempo necessario al conseguimento del nuovo titolo di studio La durata del congelamento per proseguire gli studi all’estero è limitata alla durata normale del corso, a prescindere dal tempo impiegato dallo studente per ottenere il titolo.

5.   Ripresa della carriera. Per la riattivazione della carriera non è dovuto alcun versamento. Alla ripresa della carriera lo studente deve presentare alla segreteria amministrativa studenti (entro i termini di pagamento della prima rata previsti per l’anno accademico di ripresa del precedente corso) domanda in carta semplice per riattivare la carriera, allegando ad essa l’autocertificazione relativa al titolo conseguito (certificazione originale se si tratta di studi compiuti all’estero) o, in alternativa, copia della rinuncia all’altro corso. Segnaliamo agli studenti che i Corsi di studio, negli anni, possono essere disattivati: pertanto uno studente, al termine del congelamento, potrebbe essere costretto a cambiare il corso per il quale aveva sospeso gli studi.

La domanda può essere presentata:

  • presso lo sportello della Segreteria amministrativa studenti del corso prescelto, negli orari di apertura al pubblico;
  • dal proprio indirizzo di posta elettronica certificata all’indirizzo pec Sapienza protocollosapienza@cert.uniroma1.it ;
  • dal proprio indirizzo di posta elettronica allegando un documento di identità valido.

6.  Dottorati. Lo studente che ha congelato la carriera scolastica per la frequenza del corso di Dottorato di ricerca è esonerato dal pagamento delle tasse universitarie esclusivamente per la durata legale del corso di Dottorato. Se lo studente si avvale di eventuali proroghe per conseguire il titolo di dottore di ricerca, egli dovrà corrispondere le tasse universitarie nella misura ordinaria per la durata della proroga.

7.  Prosecuzione degli studi all’estero. Lo studente iscritto ad un Corso di studio può chiedere di proseguire i suoi studi all’estero con le stesse modalità di cui al precedente comma 2.