La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

tasse di immatricolazione e iscrizione

Art. 10 - Importi ordinari delle tasse di immatricolazione e di iscrizione per l'a.a. 2016-2017

1.Tasse di iscrizione ai Corsi di laurea e laurea magistrale (biennale e a ciclo unico)

Corsi di studio

Totale

I rata

II rata

III rata

Corsi del primo gruppo

Facoltà di: Economia; Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione, Corsi di studio di classe L-19; L-39; LM-85.

 

€2.821

€846

€987

€988

Corsi del secondo gruppo

Facoltà di: Architettura, Farmacia e Medicina, Ingegneria civile e industriale, Ingegneria dell'informazione, Informatica e Statistica, Medicina e Psicologia, Medicina e Odontoiatria, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

 

€2.924

€877

€1.023

€1.024

Corso in Scienze infermieristiche in teledidattica con Unitelma Sapienza

 

€2.924

€877

€1.023

€1.024

Corso in Informatica in teledidattica con Unitelma Sapienza*

 

€1.600

€800

-

€800

Corsi in convenzione con il Consorzio Nettuno*

 

€1.200

€600

-

€600

 

I Corsi interfacoltà si intendono collocati nella Facoltà capofila (referente ai fini amministrativi).
Agli importi indicati va aggiunta la tassa regionale di €140 e - solo per le matricole – l’imposta di bollo, entrambi da versare con la prima rata.

Le scadenze per i pagamenti sono le seguenti:

Prima rata

  • per le matricole: entro le scadenze indicate sul bando
  • per gli iscritti ad anni successivi al primo: entro il 21 ottobre 2016

Seconda rata: entro il 21 dicembre 2016;

Terza rata: entro il 22 marzo 2017.
Le scadenze per chi si immatricola ai corsi di laurea magistrale sono riportate all'art.8

È possibile pagare le tasse nella misura ridotta, dichiarando il proprio Isee 2016 per il diritto allo studio universitario e usufruire di ulteriori agevolazioni ed esenzioni (vedi articoli successivi). L’Isee si dichiara presso un Caf o sul sito dell’Inps.
Agli importi indicati va aggiunta la tassa regionale e - solo per le matricole – l’imposta di bollo, entrambi da versare con la prima rata.
*Gli studenti iscritti a tali corsi non possono richiedere né il rimborso delle tasse a seguito di ottenimento di borsa di studio, né il beneficio della riduzione in base al proprio Isee 2016 per il diritto allo studio universitario che dichiarano esclusivamente a fini statistici.

2.   Gli studenti che si iscrivono fuori corso a partire dal terzo anno devono versare gli importi delle tasse con la maggiorazione del 50% (vedi successivo art. 37).

3.   La tassa regionale per il diritto allo studio viene definita dai competenti organi della Regione, essa è un tributo imposto dalla Regione Lazio, versato direttamente a favore dell’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari (Laziodisu) Sapienza, contestualmente alla prima rata delle tasse universitarie. L’importo della tassa regionale per l’anno accademico 2016-2017 è di €140,00. I rimborsi della tassa regionale devono essere richiesti esclusivamente all’Azienda per il diritto agli studi universitari (Laziodisu).

4.  Gli studenti stranieri per i quali non è possibile calcolare l’Isee ai sensi del Dpcm 159 del 2013, art 8, verseranno una tassazione fissa come da tabella seguente:

 

Importi fissi per gli studenti stranieri

Totale

I rata

II rata

III rata

Provenienti da Paesi in via di sviluppo*

€500

€150

€175

€175

Provenienti da tutti gli altri Paesi

€1.000

€300

€350

€350

Agli importi indicati va aggiunta la tassa regionale e - solo per le matricole – l’imposta di bollo, entrambi da versare con la prima rata.

* Elenco dei Paesi in via di sviluppo di cui al Decreto Miur 16 settembre 2015 n. 689
Afganistan, Angola, Bangladesh, Benin, Bhutan, Burkina Faso, Burundi, Cambogia, Central African Republic, Chad, Comoros, Congo Democratic Republic, Djibouti, Equatorial Guinea, Eritrea, Ethiopia, Gambia, Guinea, Guinea Bissau, Haiti, Kenya, Kiribati, Korea Dem. Rep., Lao People's Democratic Republic, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritania, Mozambique, Myanmar, Nepal, Niger, Rwanda, Sao Tome & Principe, Senegal, Sierra Leone, Solomon Islands, Somalia, South Sudan, Sudan, Tajikistan, Tanzania, Timor-Leste, Togo, Tuvalu, Uganda, Vanuatu, Yemen, Zambia, Zimbabwe.

5.  Gli studenti che si iscrivono alle Scuole di Specializzazione mediche e non mediche e gli studenti che si iscrivono al corso di laurea a statuto speciale in Ingegneria Aerospaziale della Scuola di Ingegneria Aerospaziale per l’a.a. 2016-2017 pagano un totale annuale pari a €1.268 la prima rata è pari a €613 più tassa regionale; la seconda rata è pari a €655.

6.  Gli studenti che si iscrivono alla Scuola di Specializzazione delle Professioni legali per l’a.a. 2016-2017 pagano un totale annuale di €1.788, la prima rata è pari a €808 più tassa regionale; la seconda rata è pari a €980,00. Per le tutte le Scuole di Specializzazione non è prevista l’applicazione dell’Isee 2016 per il diritto allo studio universitario. Le scadenze di pagamento saranno rese note successivamente sulla pagina web delle Scuole sul sito dell’Università, essendo correlate allo svolgimento delle prove concorsuali ed al superamento dell’esame annuale.

7.   Gli studenti che si iscrivono ai Dottorati di ricerca per l’a.a. 2016-2017 pagano un totale annuale di €2.821: la prima rata è di €1.833 più tassa regionale; la seconda rata è pari a €988.
Gli stessi studenti possono richiedere il beneficio della riduzione dell’importo delle tasse dichiarando il proprio Isee 2016 per il diritto allo studio universitario, con riferimento agli importi previsti per il primo gruppo di Facoltà nella tabella precedente. Le scadenze della prima rata per gli immatricolandi, sono riportate nel bando di concorso per l’accesso ai Corsi di Dottorato; per gli iscritti ad anni successivi al primo la scadenza è il 30 novembre 2016. La seconda rata è per tutti i Corsi di Dottorato il 22 marzo 2017.

8.   Le tasse di iscrizione ai Master variano a seconda del corso prescelto e sono indicate, unitamente alle scadenze, nel relativo bando di concorso. Per i Master non è previsto il beneficio della riduzione delle tasse in base all’Isee 2016 per il diritto allo studio universitario, né esenzione per invalidità.