La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Formazione insegnanti

Acquisizione di 24 cfu in ambito antropo-psico-pedagogico e metodologie e tecnologie didattiche (l. 107/2015)

Il 10 agosto 2017 è stato pubblicato il DM 616 “Modalità acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici”.

La Sapienza sta predisponendo l'offerta didattica e sta definendo tutte le relative procedure (organizzazione percorsi, relativi contributi, riconoscimento crediti già acquisiti) per l’acquisizione e/o il riconoscimento dei 24 CFU (crediti formativi universitari e accademici nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche), validi come requisito di accesso al futuro concorso nazionale per titoli e esami per selezionare i candidati all’accesso al percorso di formazione iniziale e tirocinio (FIT) su posti comuni e di sostegno (scuola secondaria di primo e Secondo grado).

Gli interessati sono invitati a controllare periodicamente questa pagina per essere aggiornati sulle novità.

Scienze della formazione primaria

Per accedere all'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria 
La Sapienza ha attivato per l’a.a. 2017-2018 il corso di laurea magistrale quinquennale a ciclo unico, a numero programmato, in Scienze della formazione primaria, che fornisce un titolo abilitante all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria.
Vai alla pagina del corso

Carta del docente

Con la legge 107/2016 ("Buona Scuola"), i docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado hanno a disposizione un bonus da 500 euro da spendere in formazione e aggiornamento professionale. 
Tra le varie possibilità, c'è quella di fruire dell'offerta formativa universitaria al fine di qualificare e valorizzare le proprie competenze.
I percorsi formativi scelti devono essere inerenti al proprio profilo professionale.

Cosa offre Sapienza
Corsi singoli
Corsi di laurea
Corsi di formazione 
Corsi di alta formazione
Master

È possibile investire nell'offerta formativa tutto il bonus o soltanto una parte di esso.

Come utilizzare il bonus in Sapienza

Per utilizzare il bonus docenti è necessario collegarsi alla piattaforma del Miur Carta del docente (attraverso le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale - SPID) e seguire le seguenti istruzioni:

  • accedere dal menu alla pagina 'crea buono'
  • inserire l'importo del buono corrispondente alle tasse previste per il corso prescelto

Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che potrà essere salvato su un dispositivo e utilizzato online, oppure stampato e presentato alle Segreterie studenti per corsi di laurea, laurea magistrale e corsi singoli, al Settore Master e Alta formazione per i corsi di master, alta formazione e formazione. I riferimenti relativi alle segreterie sono disponibili nel link a destra.

Per le diverse categorie di corsi è necessario creare dei buoni secondo le seguenti tipologie:

  • per i corsi singoli, di perfezionamento e di aggiornamento professionale: bonus tipo “corsi post lauream”
  • per i corsi di master: bonus tipo “master”
  • per i corsi di laurea: bonus tipo “corsi di laurea”

Il docente-studente deve inviare alla segreteria amministrativa, attraverso tutti i canali, la seguente documentazione:

  • buono creato sul portale Carta del docente a lui intestato di importo pari allo sconto che intende ottenere;
  • documento di identità;
  • numero di matricola (non necessario se utilizza la posta istituzionale).

 

Avvertenze
Il buono può essere accettato di qualsiasi importo a condizione che sia di importo inferiore o uguale al dovuto. Un buono di importo superiore al dovuto dovrà essere rigettato e dovrà essere richiesta all’utente la generazione di un buono di importo più basso.

Caso particolare: l'acquisto di un corso singolo
Per l’acquisto del corso singolo la procedura di validazione del buono è la medesima, ma il buono dovrà essere dell’esatto importo del costo del corso singolo. In questo modo il relativo bollettino sarà evaso dalla segreteria dopo aver validato con successo il buono.