La Sapienza - Università di Roma

logo de La Sapienza per la stampa

Professione comunicatore scientifico

15-11-2016

La Sapienza è il primo ateneo ad aver avviato l’unico corso di laurea specialistica in Italia dedicato alla comunicazione in ambito medico e scientifico. Si tratta del corso di laurea magistrale in Comunicazione scientifica biomedica attivato alla Facoltà di Farmacia e medicina della Sapienza.  Il corso consente agli studenti di laurearsi in Comunicazione scientifica biomedica, con indirizzo in Biotecnologie mediche o con indirizzo in Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità; il corso è interfacoltà (Facoltà di Farmacia e medicina e Scienze politiche, Sociologia e Comunicazione), a sottolinearne la natura interdisciplinare.
L’obiettivo finale è quello di promuovere l’educazione alla scienza per accrescere l’health literacy (scuole-istituzioni sanitarie-media/new media) e per la costituzione di una cittadinanza scientifica capace di scelte sensate, a livello individuale e collettivo.
“Ogni giorno siamo bombardati da migliaia di articoli online – sottolinea Michaela Liuccio presidente del Corso di laurea -  che, con pretese di scientificità, vogliono spiegarci come è meglio vivere la scienza. Il risultato è il cosiddetto “effetto Jenny McCarthy” (nome dell’attrice americana che aveva messo in dubbio l’efficacia e la sicurezza dei vaccini, solo sulla base di ricerche svolte via internet e poi rimandate sulla rete). Si tratta – prosegue la ricercatrice - di un esempio evidente di come cercare online possa conferire un falso senso di fiducia nelle opinioni non scientifiche e che mostra quanto studiare alla “Università di Google” possa rivelarsi fuorviante. Ed è proprio per questo – conclude Liuccio - che vogliamo rilanciare questo corso in quanto, mai come oggi, sentiamo la necessità di educare alla scienza”.

Il corso attivo alla Sapienza dall’a.a. 2010-11 offre sbocchi professionali presso aziende, istituzioni e organizzazioni, pubbliche e private che operano nel settore bio-medico e della salute pubblica; prepara all’attività giornalistica nell’area biomedica presso periodici, quotidiani, redazioni radiofoniche, televisive e on line.

Le prossime scadenze per la verifica dei requisiti di accesso sono il 21 novembre, il 19 dicembre 2016 e il 23 gennaio 2017.